Come lavorare per Deliveroo: stipendio, requisiti e registrazione

Negli ultimi anni è stato un vero e proprio boom per i servizi di food delivery, un settore in forte crescita in cui una delle aziende più popolari è senza dubbio Deliveroo. L’app offre alcune garanzie per i rider, con la possibilità di lavorare quando si desidera e diverse tutele per una maggiore sicurezza durante la pandemia di Covid-19. Vediamo nel dettaglio come lavorare per Deliveroo, quali sono le opzioni dei rider e quanto è possibile guadagnare.

Chi è Deliveroo?

Deliveroo è una delle app di food delivery più famose in Europa, una piattaforma specializzata nelle consegne di alimenti preparati dai ristoranti, fast food e pizzerie. L’applicazione consente alle persone di lavorare in modo autonomo, fornendo la propria disponibilità in merito all’orario e al tempo che si vuole dedicare all’attività.

L’azienda è nata nel 2013 a Londra, grazie a un’idea di Will Shu il quale aveva notato che pochi ristoranti utilizzavano il sistema delle consegne a domicilio. Con il tempo l’app ha aperto anche alle spedizioni di generi alimentari, un servizio sempre più richiesto con la quarantena obbligatoria e l’emergenza sanitaria di Covid-19.

Deliveroo è presente in Italia e in molti paesi del mondo, tra cui l’Australia, il Belgio, la Francia, Hong Kong, la Spagna e il Regno Unito. Quello del food delivery è un settore in forte crescita, con ricavi per 560 milioni di euro nel 2019 e stime di 900 milioni per il 2020, con un trend in aumento nei prossimi anni e una previsione di 1,45 miliardi per il 2021, come indicato dal general manager di Deliveroo Italia Matteo Sarzana.

Al momento l’app è presente in 150 città italiane, con una crescita del business del 300% nell’ultimo anno, mentre nel 2020 dovrebbe raggiungere una copertura di 240 città. Secondo i dati ufficiali Deliveroo occupa in Italia 8.500 rider, fornisce servizi di consegna a domicilio ad oltre 9 mila ristoranti, con un indotto di circa 160 milioni di euro e un sostegno importante nelle attività di ristorazione che utilizzano il servizio.

Quanto si guadagna con Deliveroo?

Le persone che decidono di lavorare con Deliveroo guadagnano in base al numero di consegne effettuate, perciò di fatto più si lavora maggiore sarà il compenso alla fine della giornata. In media il compenso minimo ricevuto tramite l’app è di circa 7 euro l’ora, con un bonus extra di 1 euro per chi usa la bicicletta.

Questa è la paga minima, come riconosciuto da Deliveroo, tuttavia nelle grandi città e negli orari di punta è possibile arrivare fino a 18 euro l’ora. Ovviamente bisogna aggiungere anche le mance, il cui importo è del 100% dei rider in quanto la piattaforma non trattiene nulla.

Come lavorare per Deliveroo: la procedura completa

Per lavorare con Deliveroo è necessario essere in possesso di alcuni semplici requisiti, ovvero:

  • essere residenti in Italia;
  • trovarsi in una città coperta dal servizio;
  • avere uno smartphone;
  • possedere una bici, uno scooter o un’auto.

Come è evidente è davvero facile rientrare nei criteri per fare il rider, basta risiedere in una delle città in cui è attivo il servizio di food delivery, avere una bicicletta, un’auto o uno scooter, con uno smartphone per utilizzare l’app con Android 6.0 o una versione successiva oppure iOS 11 o un sistema operativo più recente.

A questo punto non resta che registrarsi sulla piattaforma, attraverso l’indirizzo web dedicato rider.deliveroo.it. Qui è necessario indicare la città in cui si vorrebbe lavorare, inserire i propri dati personali tra cui il nome, il cognome, l’indirizzo email e un numero di telefono, quindi è necessario indicare il mezzo da utilizzare per le consegne.

Infine bisogna soltanto indicare se sei vuole lavorare tutto il giorno (full time), oppure dedicare alle consegne soltanto una parte della giornata (part-time). Dopodiché si riceveranno tutte le indicazioni per iniziare, con la possibilità di ricevere il primo giorno l’assistenza di un rider esperto, in grado di mostrare la zona d’attività, le modalità di consegna e come funziona il lavoro.

Come funziona il lavoro con Deliveroo?

Il lavoro svolto per Deliveroo è abbastanza semplice, infatti il tutto viene gestito online attraverso l’app per device Android e iOS. In particolare il cliente apre l’applicazione, sceglie il ristorante ed effettua l’ordine, pagando con la propria carta di credito registrata all’interno dell’applicazione. Al rider non rimane che ritirare la merce, per poi consegnarla al domicilio del cliente.

Qui è importante garantire l’assenza di contatto tra il fattorino e il cliente, quindi viene lasciata la borsa davanti alla porta di casa della persona, per poi allontanarsi in attesa che il cliente ritiri la merce in sicurezza. Al ritiro si possono lasciare delle mance al rider in contanti, un gesto molto apprezzato poiché consente di migliorare la paga oraria e arrotondare il compenso riconosciuto da Deliveroo.

Con l’emergenza sanitaria di Covid-19 Deliveroo ha messo in campo alcune soluzioni per proteggere i rider, tra cui un’assicurazione per i fattorini che collaborano con l’azienda, per ricevere in caso in contagio un indennizzo a forfait di 350 euro, con un rimborso fino a 25 euro per l’acquisto di materiale sanitario di protezione.

Conviene lavorare con Deliveroo?

Leggendo le recensioni su Deliveroo dei rider è possibile notare un riscontro piuttosto positivo. In particolare il servizio è simile a quello proposto da altre app di food delivery, tuttavia in questa piattaforma viene garantita una paga oraria minima molto apprezzata dai collaboratori. L’ambiente di lavoro viene giudicato flessibile, grazie alla possibilità di scegliere quando lavorare senza orari fissi o una disponibilità completa.

Vantaggi di lavorare per Deliveroo:

  • paga oraria minima;
  • assicurazione Covid-19;
  • flessibilità;
  • paga adeguata.

Svantaggi di lavorare per Deliveroo:

  • ambiente competitivo;
  • lavoro stressante;

Lavorare con Glovo o Deliveroo?

Deliveroo non è l’unica app per le consegne a domicilio, infatti una piattaforma molto popolare è Glovo, Quest’ultima si differenzia perché viene consegnato praticamente di tutto, quindi è più semplice trovare spedizioni soprattutto in questo momento. Per quanto riguarda la paga minima è di 4 euro l’ora, quindi più bassa rispetto a quella proposta da Deliveroo.

Anche il tipo di contratto è differente, in quanto con Deliveroo si tratta di un contratto di collaborazione, mentre con Glovo bisogna aprire una partita IVA o scegliere la modalità del lavoro occasionale. Ovviamente la scelta finale dipende dalla disponibilità nella propria città, dal tipo di mezzo a disposizione e dall’orario in cui si desidera lavorare, consultando le recensioni dei rider per capire quale sia il servizio più adeguato alle proprie esigenze.



Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>