Attestato di rischio online: cos’è, come si ottiene, calcolo e costi

attestato di rischio online

A partire del primo luglio del 2015 l’attestato di rischio ha cambiato formato: dal tradizionale documento cartaceo si è passati ad un documento digitale, che può essere richiesto e consultato direttamente dal sito della propria compagnia. Vediamo cos’è l’attestato di rischio online, quali informazioni contiene, come si ottiene e che costi può avere.

Cos’è e che informazioni contiene l’attestato di rischio online

L’attestato di rischio online svolge la medesima funzione del suo predecessore cartaceo: è un documento in formato digitale che racchiude le informazioni relative alla storia assicurativa dell’automobilista che sono fondamentali per la determinazione del costo dell’assicurazione. I dati contenuti nell’attestato di rischio sono:

    • le generalità dell’assicurato;
    • le informazioni relative al veicolo;
    • la classe universale;
    • le informazioni relative agli incidenti degli ultimi cinque anni, con l’indicazione dei dettagli sugli incidenti con responsabilità principale o paritaria.

Come si ottiene il documento digitale

Prima del luglio 2015, l’attestato di rischio veniva inviato in formato cartaceo dalle compagnie ai propri assicurati con almeno trenta giorni di anticipo sulla scadenza della loro polizza. Oggi invece l’attestato di rischio online è sempre disponibile e, a seconda della strategia scelta dalla compagnia, si può ottenere attraverso diversi canali: praticamente tutte le assicurazioni permettono di ottenere il documento digitale accedendo con le credenziali rilasciate dalla compagnia stessa all’area riservata del sito ufficiale; in alcuni casi il documento può essere consultato tramite un’applicazione per dispositivi mobili; alcune compagnie permettono ai loro assicurati di richiedere il documento telefonando al Servizio Clienti, che invierà l’attestato tramite email. Ovviamente, chi non ha internet ha ancora la possibilità di richiedere alla sua compagnia una copia cartacea dell’attestato, anche se questa non avrà alcun valore per la stipulazione di una nuova polizza.

L’importanza dell’attestato di rischio quando si cambia assicurazione

Quindi, quando si intende cambiare compagnia assicurativa, non bisogna più portare con sé il documento cartaceo ricevuto per posta dalla vecchia compagnia (anche perché questo non viene più inviato). La nuova compagnia ha la possibilità di accedere in autonomia all’attestato di rischio online del suo nuovo cliente: esiste una banca dati, gestita dall’ANIA sotto il controllo dell’IVASS, a cui le varie compagnie trasmettono tutti gli attestati di rischio dei loro clienti almeno trenta giorni prima della scadenza della polizza. Se la nuova compagnia non trova l’attestato di rischio nella banca dati, dovrà sollecitare la vecchia compagnia; l’assicurato, prima di firmare il muovo contratto dovrà controllare l’esattezza dei dati presenti sul documento, perché la presenza di errori potrebbe portare al calcolo di un premio più alto di quello realmente dovuto.



Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>