Prestito Arancio ING: come richiederlo, requisiti, importi e tassi applicati

prestito arancio ing

Quando si ha la necessità di richiedere un finanziamento è necessario confrontare le condizioni proposte dai vari istituti i credito; solo facendo questa operazione è possibile capire quali sono le soluzioni più convenienti. In questa pagina ci occupiamo del Prestito Arancio erogato da ING: vediamo quali sono i requisiti per ottenerlo, a quanto ammonta l’importo massimo ottenibile e quali sono i tassi e le altre condizioni applicate.

Caratteristiche del Prestito Arancio e requisiti per richiederlo

Nelle pagine del suo sito ufficiale, l’istituto di credito ING definisce il suo Prestito Arancio come:

  • veloce, perché può essere richiesto con una semplice procedura online che si conclude nel giro di cinque minuti;
  • su misura sulle esigenze del richiedente, anche perché ha degli strumenti di flessibilità come il salto della rata senza spese aggiuntive;
  • sicuro, perché al finanziamento può essere abbinata un’assicurazione che metta al sicuro la propria capacità di rimborso, con il premio pagato mensilmente in aggiunta alla rata di rimborso del finanziamento.

Con il Prestito Arancio è possibile ottenere importi tra i 3.000 e i 50.000 euro; il piano di rimborso può avere una durata compresa tra un minimo di 12 mesi ed un massimo di 84 mesi. Per poter richiedere il finanziamento è necessario possedere determinati requisiti: bisogna avere un’età di almeno 18 anni quando si presenta la richiesta e di massimo 75 anni al termine del piano di rimborso; bisogna essere residenti in Italia da un minimo di due anni; bisogna avere un reddito stabile e dimostrabile da lavoro (almeno 750 euro al mese) o da pensione (almeno 1.000 euro al mese); devono essere rispettati i parametri di merito creditizio (assenza di protesti, pagamenti puntuali nei finanziamenti passati, rapporto bilanciato tra somma richiesta e capacità di rimborso).

Richiesta online e costi del finanziamento ING

Per i clienti ING che accreditano sul loro conto corrente la pensione o lo stipendio da almeno quattro mesi la procedura per la richiesta del prestito è davvero molto semplice. Prima di tutto bisogna fare un preventivo online sfruttando il preventivatore online: una volta individuata la soluzione più in linea con le proprie esigenze è possibile procedere con la richiesta online. Essendo già clienti, no sarà necessario inserire tutte le informazioni personali: basterà verificare che siano corrette. La risposta dell’istituto è immediata: in caso di accettazione della domanda, i cliente può apporre la firma digitale sul contratto (senza stampare nulla) e la procedura è conclusa. La somma concessa viene subito accreditata sul conto corrente.

Durante il piano di rimborso è possibile sfruttare le opzioni di flessibilità Salto Rata e Riduci Rata. ING infatti permette ai suoi clienti di posticipare il pagamento di una rata fino ad un massimo di tre volte oppure di ridurre l’entità dell’impegno mensile fino ad un massimo di due volte. L’attivazione delle opzioni di flessibilità non comporta costi aggiuntivi. E a proposito di costi, bisogna aggiungere che il Prestito Arancio non prevede spese per l’apertura della pratica, imposte per il rendiconto annuale o penali per il rimborso anticipato. Le commissioni di istruttoria ammontano invece all’1% dell’importo concesso, con una soglia minima pari a 35 euro e una somma massima pari a 300 euro. Viene applicata l’imposta di bollo sul finanziamento (o l’imposta sostitutiva) come previsto dalla legge.

I tassi applicati: preventivi ed esempi

Per scoprire le condizioni applicate è possibile fare qualche esempio. Iniziamo con quello riportato sul sito di ING, che fa riferimento all’offerta attualmente in vigore: un cliente dell’istituto può ottenere 10.000 euro da restituire in 60 mesi con rate da 193,28 euro, con TAN 5,59% e TAEG 6,71%. Ora facciamo un esempio sfruttando il preventivatore online: Un prestito di 20.000 euro può essere rimborsato in 72 mesi con il pagamento di rate da 336,10 euro, con TAN fisso al 6,49% e TAEG 7,16%; l’importo complessivo dovuto dal consumatore ammonta a 24.449,20 euro: oltre ai 20.000 euro di capitale deve versare 4.199,20 euro di interessi, 200 euro di commissioni di istruttoria e 50 uro per le imposte. Il TAEG massimo, che è quello che viene applicato sul prestito con l’importo minimo erogabile (3.000 euro) nel periodo di rimborso più breve possibile (12 mesi), è pari al 10,16%.



Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>