Prestiti veloci senza garante: si possono richiedere davvero senza busta paga e garanzie?

prestiti veloci senza garante

Può capitare a chiunque di trovarsi in una situazione in cui, per far fronte ad una spesa imprevista o non facilmente gestibile con le risorse a disposizione, si abbia bisogno con urgenza di un finanziamento. Si parla in questi casi di prestiti veloci: l’erogazione avviene infatti in tempi molto ristretti. Ma è possibile ottenere un finanziamento di questo tipo senza garante? Anche senza busta paga o altri tipi di garanzie? Cerchiamo di capire se si tratta di un’operazione possibile.

Requisiti e documenti necessari per ottenere un finanziamento

Le banche e le finanziarie prima di prestare dei soldi a qualcuno si assicura che il richiedente presenti delle caratteristiche che ne garantiscano la capacità di rimborso e l’affidabilità. Per questo motivo sono fissano dei requisiti abbastanza netti, infatti il richiedente:

  • deve avere un’età compresa tra i 18 anni e i 75 anni (l’età massima può variare da istituto ad istituto, ma in media non si può avere più di 75 anni al termine del piano di rimborso);
  • deve essere residente in Italia;
  • deve avere un reddito dimostrabile;
  • deve avere un passato creditizio senza macchie.

Per verificare l’ultimo requisito, l’istituto di credito appena riceve una domanda di finanziamento fa una ricerca nelle banche dati a sua disposizione per controllare che il richiedente non sia cattivo pagatore o (peggio ancora) protestato. Chi in passato ha avuto qualche problema con la restituzione dei prestiti fa molta fatica a recuperare la fiducia da parte delle banche e delle finanziarie, quindi la sua domanda di finanziamento verrà quasi certamente respinta. La presenza degli altri requisiti deve essere invece dimostrata dal richiedente stesso, tramite la presentazione di una serie di documenti:

  • carta di identità;
  • codice fiscale;
  • documento di reddito.

Prestiti veloci senza busta paga: quali garanzie occorrono?

Quindi non è possibile ottenere dei prestiti veloci senza busta paga? Calma: gli istituti di credito non fanno riferimento specificamente alla busta paga, ma ad un più generico documento di reddito. Questo significa che possono ottenere il finanziamento non solo i lavoratori dipendenti che hanno la possibilità di presentare la busta paga, ma anche i pensionati e i lavoratori autonomi, che possono presentare rispettivamente il cedolino della pensione e la dichiarazione dei redditi con tanto di ricevuta del pagamento. Ma sono comunque tante le persone che non dispongono di nessuno di questi documenti di reddito ed hanno la necessità di ottenere un prestito, magari con urgenza: per loro c’è qualche possibilità?

Pensiamo ai disoccupati, agli studenti, ai lavoratori in nero, alle casalinghe, ai collaboratori, ai giovani in cerca di un’occupazione…sono tutti soggetti che non hanno una busta paga o un altro documento di reddito da presentare alla banca insieme alla richiesta di un prestito veloce. Per riuscire ad ottenere il finanziamento queste persone devono riuscire a convincere la banca di essere capaci di rimborsare il prestito a prescindere dalla presenza o meno di un reddito da lavoro o da pensione. E qui si inserisce il discorso relativo alle garanzie alternative.

Per prestiti veloci di importo contenuto va esclusa la possibilità di proporre come garanzia l’ipoteca su un immobile: vista la differenza tra il valore dell’immobile e la somma oggetto del finanziamento, si tratterebbe solo di un’ipoteca parziale e in caso di mancato rimborso per la banca sarebbe davvero complicato e dispendioso riuscire a recuperare i soldi concessi. C’è qualche possibilità in più per chi ha un’entrata economica regolare e costante: giusto per fare qualche esempio si può pensare all’assegno di mantenimento dell’ex coniuge, al canone di affitto che si riceve ogni mese dagli inquilini di un immobile di proprietà, alla rendita certa di un investimento.

Le banche e le finanziaria valutano per ogni singolo caso le garanzie alternative proposte, ma l’unica strada che ha qualche concreta possibilità di portare ad una concessione del finanziamento è rappresentata dalla presenza di un garante. Il garante è quella persona che si impegna a rimborsare il prestito nel caso in cui il debitore principale non paghi le rate. Naturalmente la persona proposta per questo ruolo deve offrire alla banca ampie garanzie in termini di solidità economica e affidabilità: deve quindi avere un passato creditizio immacolato, un buono stipendio e una buona pensione, oltre a rispettare i requisiti anagrafici visti in precedenza. Va detto che se la persona proposta sta già facendo da garante per un altro finanziamento oppure ha ulteriori prestiti in corso, la domanda potrebbe essere comunque respinta, perché la sua capacità di rimborso risulterebbe compromessa dagli impegni già esistenti.

Prestiti senza garante e senza busta paga: ci sono delle possibilità?

Quindi, riassumendo, è possibile ottenere dei prestiti veloci senza garanzie? Per quanto riguarda la velocità non ci sono dubbi: ormai quasi tutti gli istituti di credito e le società finanziarie sono in grado di erogare le somme concesse nel giro di pochissimi giorni (l’accredito dell’importo nelle 24/48 ore successive all’accettazione della domanda è ormai diventato uno standard). Ma senza busta paga (intesa come documento di reddito in generale), senza garanzie alternative e senza una persona disposta a fare da garante, le possibilità di ottenere il prestito sono davvero molto basse.

È vero che con i piccoli prestiti veloci (quelli che fanno riferimento ad importi molto bassi) gli istituti di credito tendono ad essere leggermente più elastici (perché i rischi in caso di mancato rimborso sono comunque contenuti), ma senza alcun tipo di garanzia si fa davvero fatica. Esistono dei finanziamenti specifici studiati per determinate categorie che possono essere ottenuti senza garanzie: si pensi ad esempio ai prestiti d’onore per gli studenti meritevoli o ai bandi di finanziamento per imprese e start-up con determinate caratteristiche (come quelli gestiti da Invitalia), ma in questi casi le tempistiche difficilmente potranno essere brevi.



Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>