Carte prepagate: come trovare i migliori modelli con IBAN del momento

Il conto corrente è uno strumento fondamentale per gestire le proprie finanze ed effettuare un’ampia gamma di operazioni. Le carte prepagate sono sempre più richieste perché sono uno strumento comodo e sicuro per pagare i propri acquisti online e nei negozi. Ma perché non unire i vantaggi di questi due prodotti in un’unica soluzione? Ecco cosa rappresentano le carte prepagate con IBAN.

Anche se sono comparse sul mercato da pochi anni, le carte prepagate con IBAN sono riuscite a conquistare molto rapidamente un’ampia platea di consumatori. La comodità di avere uno strumento flessibile che permetta di fare anche le principali operazioni bancarie senza avere un vero conto corrente (che di solito presenta così più elevati) è uno dei grandi motivi di questo successo.

Il successo delle prepagate con IBAN

Fin dal loro lancio sul mercato, le carte prepagate hanno avuto un ottimo riscontro tra il pubblico. Si trattava dello strumento perfetto per pagare in sicurezza gli acquisti fatti online e nei negozi senza dover avere una carta di credito.

Nel corso degli anni sono nati dispositivi di pagamento sempre più completi, come le carte prepagate con iban, particolarmente funzionali e flessibili, in grado di sostituire il conto corrente in tutte le operazioni bancarie più comuni: con questi strumenti, infatti, è possibile effettuare e ricevere bonifici, accreditare lo stipendio, nonché domiciliare le bollette e pagare bollettini.

Il tutto con costi che il più delle volte sono più bassi rispetto a quelli dei conti correnti, in particolar modo di quelli tradizionali che vengono aperti e gestiti recandosi in filiale. Inoltre, le migliori prepagate con IBAN disponibili attualmente sul mercato possono essere gestite e monitorate tramite applicazioni o servizi web simili al classico internet banking proposto dalle banche ai loro correntisti.

Come scegliere la carta più adatta

Visto il grande successo di questa tipologia di prodotto, sempre più istituti tradizionali o virtuali hanno deciso di proporre sul mercato le loro prepagate con codice IBAN.

L’offerta oggi è molto vasta e potrebbe essere un po’ complicato riuscire ad individuare la carta più conveniente o più adatta a quelle che sono le proprie necessità.

Per avere le idee più chiare è possibile consultare portali di approfondimento come Cartetop.it: tra le sue pagine è possibile trovare recensioni, approfondimenti e classifiche che possono guidare l’utente nella sua scelta finale.

Le carte sono state messe in paragone tra loro sulla base di più di cinquanta parametri: questo grande confronto ha permesso a cartetop.it di redigere la graduatoria delle migliore carte con IBAN del momento.

La classifica delle migliori carte prepagate con IBAN

Tra le proposte più apprezzate attualmente, è possibile annoverare la N26 Standard, carta del circuito Mastercard emessa da N26 Bank e dotata di codice IBAN italiano. La prepagata non prevede costi di emissioni ed il canone mensile è gratuito. La carta N26 Standard può esser ricaricata gratuitamente tramite bonifico, tramite un altro account o tramite un’altra carta, mentre si paga 1,50 euro per le ricariche in contanti.

Si possono effettuare gratuitamente bonifici SEPA (anche istantanei), pagamenti nei negozi e prelievi da ATM. Il pagamento di bollettini (anche RAV, MAV etc.) ha un costo di 1,80 euro. Il plafond mensile è pari a 20.000 euro, mentre il limite di prelievo giornaliero è fissato a 2.500 euro. L’account è gestibile tramite applicazione o tramite browser.

Molto richiesta al momento è anche Enel X Pay Standard, prepagata del circuito Mastercard che può essere richiesta a partire dai 12 anni. Non sono previsti costi per il rilascio della carta, ma si paga un canone mensile pari a 1 euro. Le ricariche effettuate tramite bonifico e tramite altro account sono gratuite.

Sono gratis anche i bonifici, i pagamenti in negozio e l’invio di denaro ad alto account. C’è una commissione del 2% sui prelievi da ATM. I bollettini in bianco sono gratuiti, mentre si paga 0,50 euro per i bollettini premarcati, MAV, RAV e PagoPA. Il limite della spesa mensile è fissato a 3.000 euro, con una soglia massima per i prelievi di 400 euro al giorno e 2.000 euro al mese.

Infine, tra le carte prepagate con I           BAN più gettonate del momento si inserisce anche Tinaba, che fa parte del circuito Mastercard ed è emessa da Banca Profilo. È una soluzione molto conveniente, infatti non ci sono costi di emissione e canoni da pagare. Inoltre sono gratuiti i bonifici, i pagamenti in negozio e le ricariche tramite altra carta o tramite altro account.

Sono gratis pure i primi 24 prelievi da ATM in Europa (poi c’è una commissione di 2 euro). Per il pagamento di un bollettino premarcato si paga una commissione di 1,55 euro, mentre il pagamento di RAV e MAV è gratis. Il saldo massimo di questa carta è di 12.500 euro; il prelievo massimo giornaliero è pari a 250 euro.



Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>