Prezzo petrolio: andamento e valori, conviene investire?

prezzo petrolio

Il petrolio è una delle commodities più importanti: all’andamento della sua quotazione sono interessati anche trader ed investitori più o meno grandi. Vediamo qual è l’attuale prezzo del petrolio, scopriamo qual è il suo andamento e quali sono i valori futuri previsti dagli esperti, in modo da capire se questo è il momento in cui conviene investire.

I fattori che influiscono sul prezzo del petrolio

Il prezzo del petrolio viene stabilito sui mercati finanziari: l’unità di misura utilizzata è il barile, che equivale a circa 159 litri. Il cosiddetto oro nero viene quotato sui mercati internazionali ventiquattro ore su ventiquattro, ma le piazze finanziarie più importanti sono quelle di New York e quelle di Londra, fondamentali per la quotazione rispettivamente del (WTI West Texas Intermediate) e del Brent. Nel corso del tempo il prezzo del petrolio è oggetto di fluttuazioni più o meno importanti, legate soprattutto alle quantità di investimenti realizzati su scala mondiale. I fattori che determinano il prezzo possono quindi essere diversi.

Da una parte c’è l’offerta (intesa come produzione e stock) e la sua stabilità nel tempo, mentre dall’altra c’è la domanda, influenzata dalle esigenze energetiche dei paesi consumatori. Incidono poi fattori come il valore del dollaro statunitense e soprattutto lo scenario geopolitico. Nel momento in cui scriviamo il prezzo del petrolio è di un soffio superiore ai 40 dollari al barile (40,23 per il WTI e 42,03 per il Brent). Quello che stiamo attraversando è un periodo molto particolare: l’emergenza coronavirus ha colpito un po’ tutto il mondo, causando delle chiusure che hanno avuto effetti sulle economie dei vari stati.

Scenario e previsioni sul valore dell’oro nero: conviene investire adesso?

Nel primo semestre del 2020 la quotazione del greggio si è ridotta del 36%: la pandemia ha avuto effetti devastanti sulle economie emergenti, anche su quelle che fanno leva soprattutto sulle esportazioni del petrolio. A differenza della crisi del 2008, che si è protratta per diversi anni, secondo gli analisti, la crisi legata alla pandemia avrà una durata molto più breve, quindi è lecito attendersi una risalita abbastanza rapida (a patto che gli effetti del coronavirus sull’economia mondiale si esauriscano in tempi brevi), già a partire dal 2021. La scoperta di un vaccino dovrebbe riportare fiducia ad imprese e famiglie ed il PIL mondiale dovrebbe riprendere il sentiero di crescita che aveva intrapreso prima di questo difficile momento.

Se le cose dovessero andare davvero così, questo potrebbe essere il momento giusto per investire: il prezzo del petrolio è basso (e nell’immediato potrebbe scendere ancora, arrivando secondo alcuni analisti addirittura al di sotto dei trenta dollari al barile), ma presto potrebbe tornare a risalire. Ovviamente si tratta solo di previsioni: il petrolio ha dimostrato più volte la sua forte volatilità: se dovessero verificarsi ulteriori lockdown o acuirsi le tensioni geopolitiche tra i principali protagonisti del settore, le cose potrebbero ulteriormente cambiare. La situazione merita di essere costantemente monitorata.



Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>