Mobile Pos: cos’è, servizi, offerte e spese di gestione

mobile pos

Nel corso degli ultimi anni c’è stata una netta accelerazione per quanto riguarda la diffusione dei pagamenti effettuati con le carte. Questo fenomeno è stato accompagnato da un’inevitabile evoluzione tecnologica, che ha portato anche allo sviluppo dei Mobile Pos, una soluzione che permette di utilizzare il proprio smartphone per accettare i pagamenti effettuate con carte.

Cos’è e a cosa serve il Mobile Pos

Un Mobile Pos è, in sostanza, un terminale Pos senza fili che può esser portato ovunque ed utilizzato tramite lo smartphone. Di solito è sufficiente scaricare un’applicazione per trasformare il telefono in un vero e proprio Pos che consente di ricevere i pagamenti tramite le carte di credito e di debito accettate. Rispetto ad un tradizionale Pos “fisso”, il mobile Pos permette all’esercente di ricevere i pagamenti in mobilità: per questo motivo vengono indicati come la soluzione perfetta per chi svolge dei lavori che prevedono continui spostamenti (idraulico, venditore ambulante, tassista e così via). Il Mobile Pos, inoltre, prevede anche i pagamenti e la contabilità automatica.

Solitamente con questi sistemi vengono accettate tutte le carte dei circuiti più noti (Mastercard, Anerican Express,Visa…), ma anche le sempre più diffuse prepagate. Per poter utilizzare il proprio smartohone come Mobile Pos bisogna innanzi tutto scaricare la relativa applicazione (o acquistare l’apposito dispositivo), poi si deve seguire la procedura di configurazione. Si tratta di un procedimento abbastanza intuitivo, anche perché quasi tutte le applicazioni, una volta avviate, mostrano un tutorial e delle istruzioni dettagliate. In alcuni casi viene data anche la possibilità di fornire ai propri clienti scontrini o ricevute.

Offerte sul mercato e spese

Il mobile Pos è una novità, ma sul mercato sono disponibili già diverse soluzioni. Anche le imprese più grandi possono trovare utili prodotti di questo tipo, ma il vero target di riferimento è soprattutto quello composto da piccole attività e professionisti, che in questo modo possono optare anche per Pos senza banca, abbattendo i loro costi fissi. Tra i mobile Pos ed i lettori di carta portatili più famosi è possibile citare SumUp, Pos Nexi, YouPos Mobile, iZettle, Poste Italiane, Unicredit.

Le offerte sono varie: ci sono i dispositivi che prevedono il pagamento di un prezzo iniziale e di una commissione per ogni transazione eseguita (ad esempio SumUp Air, con prezzo iniziale di 29 euro e commissione dell’1,95%) e quelli che invece prevedono il pagamento di un canone mensile (ad esempio Nexi, con canone di 35 euro mensili e commissioni negoziabili).

I primi possono risultare più convenienti perché una volta pagato il prezzo iniziale, si paga solo se il dispositivo viene effettivamente utilizzato, mentre i secondi possono offrire altri tipi di vantaggi, come ad esempio le commissioni negoziabili o migliori servizi di assistenza. Prima di scegliere il Mobile Pos più adatto alla propria attività è quindi necessario conoscerne le caratteristiche ed i costi e fare un confornto: meglio una soluzione indipendente o un servizio collegato ad una banca?



Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>