Bollette luce e gas: consigli pratici per ridurre i costi

bolletta

La bolletta di luce e gas può raggiungere importi piuttosto salati, soprattutto quando, a causa di uno stile di vita poco accorto ai consumi, si finisce per utilizzare più energia di quella effettivamente necessaria.

Ma le cattive abitudini, pur avendo un impatto molto importante sui costi, non sono le sole a incidere sulla spesa per le utenze domestiche: i fattori che hanno un peso sono diversi, per questo è fondamentale individuarli e correggerli uno a uno.

Dalla scelta della tariffa di luce e gas a quella di elettrodomestici più performanti, le possibilità per tagliare i costi sono numerose e vanno valutate tutte con la massima attenzione.

Offerte luce e gas: l’importanza di scegliere offerte convenienti e personalizzabili

Scegliere sul mercato libero il giusto fornitore per le utenze domestiche di luce e gas può non essere semplice.

Infatti, per ridurre i costi in bolletta è importante trovare proposte convenienti e al tempo stesso in linea con il proprio fabbisogno e le proprie abitudini di consumo. Può essere utile, allora, guardare a quelle energy company in grado di fornire sia tariffe a prezzo indicizzato che a prezzo bloccato, così da individuare la soluzione più adatta alle proprie esigenze a seguito di una valutazione esaustiva.

Si tratta di realtà come Pulsee, brand del Gruppo Axpo attivo sul territorio italiano da oltre 20 anni, che con il suo ventaglio di offerte luce e gas permette di scegliere tra prodotti non solo convenienti e diversificati, ma anche personalizzabili.

Con Pulsee, infatti, è possibile attivare forniture con tariffe monorarie o biorarie, dal prezzo fisso oppure indicizzato, così come richiedere servizi aggiuntivi con cui beneficiare di vantaggi ulteriori, sia dal punto di vista della sostenibilità sia da quello della semplificazione della gestione dei pagamenti, nel caso in cui vadano ripartiti tra più coinquilini.

Risparmiare sulla bolletta con piccoli investimenti e buone abitudini

Dopo aver valutato attentamente le offerte sul mercato libero, è importante agire anche in casa, eliminando tutto ciò che può contribuire a un assorbimento eccessivo di energia.

Ad esempio, ricorrere all’illuminazione a LED permette di ottenere, rispetto alle lampadine a incandescenza, un risparmio stimato che oscilla dall’80 all’85%; ma è fondamentale anche ridurre gli sprechi inserendo la lampada giusta in ogni stanza.

In particolare, se in camere come il bagno, la cucina o lo studio è spesso necessario adottare lampadine led più potenti, anche da 15 W-20W, nelle altre aree della casa è possibile prevedere lampadine al di sotto dei 10W.

Per il ripostiglio, un’area in cui è spesso necessario avere una buona illuminazione, si può adoperare una lampadina da 8-10W, ma per un abatjour in camera da letto sono sufficienti anche solo 3W.

Per risparmiare sulla bolletta dell’elettricità è importante che forni, lavatrici, lavastoviglie, asciugartici, condizionatori e frigoriferi, ovvero gli elettrodomestici a maggior consumo di energia, siano esclusivamente di classe energetica A.

Allo stesso tempo, è bene utilizzarli in modo virtuoso, ma per ottenere un significativo risparmio energetico, è importante valutare, ove possibile, l’eventuale inserimento di pannelli fotovoltaici, che, se adeguatamente dimensionati, danno la possibilità di aderire a forme di autoconsumo piuttosto vantaggiose.

Per ridurre la spesa per il metano bisogna invece agire soprattutto sul riscaldamento domestico, mantenendo la temperatura del termostato al di sotto dei 21°C ed evitando di consumare eccessive quantità di acqua calda a uso sanitario.

Se la situazione lo consente, si può installare uno scaldacqua a pompa di calore, che può abbattere i costi del gas fino al 75%. Ogni gesto, naturalmente, per quanto piccolo possa sembrare, può fare la differenza e aiutare significativamente ad abbattere i consumi e a risparmiare sulla spesa di luce e gas.

 



Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>